22 Set 2017

Perché si diventa camgirl?

I motivi che spingono a intraprendere una carriera rischiosa


article-image Condividi

Spogliarsi e farsi vedere nude sullo schermo di un computer? Rischiare di farsi registrare e di apparire su centinaia di siti porno senza saperlo? È un rischio, ma, per alcune, è sempre meglio che mettere annnunci escort.

Vale la pena di rischiare così tanto per pochi euro? Dai dati che emergono dal web, sembra proprio che sia così.

Sono in costante aumento le ragazze vedono nel fare la webcam girl (o camgirl) un modo efficace per poter racimolare qualche (migliaio) di euro e superare così le difficoltà economiche. Certo, questo comporta qualche rischio in più rispetto al fare la commessa o l'impiegata, ma si raggiungono lauti guadagni in maniera abbastanza rapida, tanto che il giuoco vale la candela.

Questa attività sta riscontrando un incredibile successo anche grazie alla semplicità di attuazione. Basta avere un computer munito di webcam, una connessione a internet veloce ed essere un po' smaliziate nell'uso degli strumenti digitali (e non solo di quelli). Siti specializzati, chat gratuite, banner su siti del settore: i modi per farsi pubblicità sono ormai talmente numerosi che conoscerli tutti è già un lavoro in sè. Un fenomeno, questo, che rientra di certo nel grande trasferimento dell'industria dell'erotismo dal mondo fisico al mondo virtuale.

Camgirl davanti al computer - Amanuda.it - Il miglior sito di escort

Si stima siano che in Italia le camgirl siano più di 100.000. Tutte queste ragazze producono un giro d'affari elevatissimo e riescono a portare ingenti risorse nelle casse dei gestori dei vari siti specializzati.

C'è però un lato oscuro che spesso né i clienti né le ragazze conoscono. L'esercizio di questo tipo di attività costituisce infatti un reato per la legge italiana. Alcune webcam girl, anche essendo a conoscenza di questo aspetto, continuano comunque a esercitare la professione senza porsi grandi problemi. Il motivo è la necessità di guadagnare più soldi.

Moltissime di queste ragazze sono studentesse, che utilizzano i soldi guadagnati per pagarsi gli studi o l'affitto. Ma non sono le uniche: ci sono madri separate che vogliono dare una vita dignitosa ai propri figli, ci sono donne che non trovano lavoro, e via dicendo.

Insomma possiamo dire che il fenomeno camgirl riguarda un pò tutte le fasce di età e che la sua espansione è estremamente rapida. Un caso? Forse. Ma probabilmente no: se gli stipendi e l'occupazione crescessero, molte di queste donne avrebbero la possibilità di trovarsi un lavoro più comune e il fenomeno rallenterebbe.